Attività di didattica e propedeutica
Alla Scuola Grande fa riferimento anche una importante attività didattica:

 

 

SCUOLA DI MUSICA “A. CONTARINI” - Russi

La Scuola di Musica, dedicata a Don Antonio Contarini, è nata con l’intento di sostenere e promuovere a Russi la diffusione della musica nei suoi molteplici aspetti attraverso la realizzazione di un Progetto di Educazione e Cultura musicale.

Il valido sostegno - economico, logistico e organizzativo - dell’Amministrazione comunale, la proficua collaborazione con le Istituzioni scolastiche del territorio, il contributo volontario e costruttivo dei soci di Porta Nova e l’attenta partecipazione della cittadinanza alle varie iniziative e attività hanno fatto sì che la Scuola di Musica potesse gradualmente “crescere” configurandosi sempre più come un vivo centro culturale, espressione di una trama di rapporti preziosa e indispensabile alla vita della collettività.

 

L’offerta formativa

La Musica è un’arte, è un linguaggio che può suscitare nelle persone che la eseguono e in quelle che la sanno ascoltare una totalità di sensazioni e sentimenti difficilmente descrivibili.

La musica è una educazione che garantisce uno sviluppo cognitivo – emotivo – affettivo, espressivo – comunicativo, uno sviluppo psicomotorio ed uno spirituale e morale.

 

Sviluppo cognitivo – emotivo - affettivo

Attraverso la musica si cerca di coinvolgere l’affettività, il sentimento e la fantasia nonché al potenziamento del pensiero e dell’intelligenza. Attraverso la musica il bambino può sperimentare una vasta gamma di emozioni e nello stesso tempo può essere indotto ad esprimerle, a controllarle e a rappresentarle.

Sviluppo espressivo - comunicativo

Si punta al potenziamento dei diversi linguaggi (verbali e non verbali) per favorire una sempre maggiore espressione di sé e di comunicazione con gli altri. Questo comprende un’educazione della voce, parlata e cantata.

Sviluppo psicomotorio

Uno degli elementi costitutivi della musica è il ritmo, che a sua volta è il principio che regola la nostra vita. Il ritmo nella musica e nelle azioni quotidiane può facilitare lo sviluppo di tutte quelle azioni che richiedono di essere ordinate, in primo luogo della motricità con conseguente controllo sull’equilibrio delle proprie forze e delle proprie tensioni.

Sviluppo spirituale e morale

La musica è un’espressione artistica, è arte e in quanto tale eleva l’uomo al di sopra di ciò che è materiale sensibilizzandolo a valori di armonia e ordine. La dimensione artistica della musica permette al bambino, al ragazzo o all’adulto di apprezzare opere musicali per un avvio al gusto estetico. Sviluppa inoltre la capacità di collaborare con gli altri e di accettare le diversità.

 

Tali obiettivi vengono raggiunti attraverso la pratica strumentale e corale, completata dai necessari studi teorici.

Obiettivo prioritario e qualificante di ciascun corso è l’accostamento allo studio dello strumento e della voce con metodo e impostazione corretti.

Sono previsti diversi livelli di studio:

-   il livello propedeutico, consigliato ai bambini dai 6 ai 9 anni

-   il livello amatoriale, praticato da coloro che intendono approfondire una passione

-   il livello professionale, per coloro che sono orientati ad un corso di studi con precisi obiettivi

 

Docenti

La Scuola di Musica “ A. Contarini “ è formata da una direzione e da un corpo docenti, composto da professionisti qualificati, che credono fortemente nelle potenzialità della musica, dei bambini e dei ragazzi, ai quali sono in grado di offrire qualsiasi livello di apprendimento.

 

Anno scolastico 2012 - 2013

Tre sono le direzioni fondamentali di intervento che la Scuola di Musica prevede per l’anno scolastico 2012/2013:

• lo sviluppo dei corsi e delle attività didattiche interne alla Scuola. In particolare verrà ampliata l’offerta della musica d’insieme, che comprenderà anche il repertorio classico. Prenderanno inoltre il via nuove iniziative di promozione degli strumenti a fiato

• l’incremento delle iniziative didattico-culturali, attraverso un maggior coinvolgimento delle realtà produttive e della cittadinanza

• la partecipazione a progetti in rete con altre associazioni ed enti sul territorio provinciale.